Occidenti: Scontri a Roma

ROMA – Il 14 dicembre il parlamento italiano ha votato una mozione di sfiducia al governo Berlusconi. Per 314 voti contro 311 (e 2 astenuti) la Camera dei Deputati ha respinto. Il governo resta in carica.
Nello stesso giorno per le vie di Roma è stata protagonista l’insicurezza sociale dei giovani. Studenti e non. Quello che mi ha colpito di più è stato vedere quei ragazzini, quei “pischelli”. Tanto incazzati. Alcuni vestiti da bene. Facce pulite e giovanissime.
Cosa è? Azzardo che secondo me non è lotta di classe, anche se ho visto molti simboli che la professa(va)no. Azzardo che non è solo riforma Gelmini. Azzardo con una frase fatta: il paese reale, quello che sta per strada tutti i giorni, non ne può più del, e non è il paese che sta nei palazzi. Il mondo si muove veloce, ma i palazzi son sempre lì, vetusti. Questi giovani ne hanno consapevolezza, purtroppo per loro, e hanno deciso giustamente di farsi sentire. I vecchi nei palazzi, che pure strillano tanto e non danno certo il buon esempio con le loro risse da bancone in mogano, ce l’hanno questa consapevolezza? (ARo)

Una risposta a “Occidenti: Scontri a Roma

  1. C’è molta rabbia, una rabbia che va oltre l’esperienza di piazza dei decenni trascorsi. Ti do ragione: la politica di questo paese non è ormai ingessata e rattrappita, si è “andreottizzata”, non è più in grado di dare nessuna risposta alle esigenze del paese.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...