Gulliver al Giglio, ovvero questione di scale

Sembra un giocattolo, una barchetta di plastica messa lì. Rotto lasciato per noia nell’isola di Lilliput. Forse ci é finita dopo aver attraversato una porta aperta da una dimensione parallela. Forse un buco nero. Caduta dal cielo magari.
Quello che proprio non ci azzecca niente é la prua aguzzina e la balconata esagerata del ponte di comando che straborda ai fianchi. Ma quando l’han disegnata non ci han pensato, ai diversi punti di vista?
Quel design, quelle linee, le vetrate, un po’ tutto sembra uscito di moda da trenta anni almeno. Anni ottanta: modestia poca, spalline in eccesso. Per questo non ci si prende proprio con la torre saracena, le barchette all’ormeggio, la sobrietà degli isolani.
Forse l’unica cosa che appare nelle giuste proporzioni é il campo da tennis, e sarà il canestro da basket a renderlo proporzionato. Perché quel canestrino fai quasi fatica ad accorgerti che c’è, tanto é minuscolo sul ponte della nave. Persino lo scivolo acquatico é troppo troppo. Almeno, questa é l’impressione quando ci passi sotto col gommone, specialmente dopo essere scivolati sotto il colossale fumaiolo. Il colore del quale, almeno quello, é decisamente azzeccato. Il contrasto giallo col blu marino resta la sola cosa felice di questo relitto.
Un relitto sul quale i pompieri, piccoli piccoli così, ‘piccini’ direbbero i lillipuziani del luogo, si arrampicano, fissano scalettine, legano corde, imbragano. Gulliver venuto dal pianeta extraterrestre, massa metallica, creazione robotica.
Ma anche quel porticciolo lì vicino… avete presente la miniatura che si usa in fotografia? É così. Sono gli isolani ad essere fuori scala! Non il resto. Lilliput é il mondo diverso, non Gulliver.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...